Il sito di monitoraggio sperimentale di Poggio Baldi (FC)


Il sito sperimentale di monitoraggio della grande Frana di Poggio Baldi nasce dall’iniziativa congiunta di NHAZCA S.r.l., Spin-off dell’Università di Roma “Sapienza”, il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, il Comune di Santa Sofia e il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università “Sapienza” di Roma.


Nel 2015 NHAZCA ha iniziato lo sviluppo di un field test grazie al quale studenti, esperti e cittadini possano migliorare la loro conoscenza sulle frane e sul monitoraggio geotecnico, oltre a vedere le tecnologie disponibili, nella cornice di una delle più grandi frane attive in Italia (circa 4 milioni di m3).


L'accessibilità del sito ha permesso l'installazione di diversi tipi di apparecchiature di monitoraggio da remoto (ad es., Laser Scanner e Fotogrammetria) con l'obiettivo di valutare il rischio residuo e di prevedere l'evoluzione futura del versante. Ulteriori implementazioni sono attese anche per l'anno in corso al fine di rendere il sito sperimentale di monitoraggio della frana di Poggio Baldi un sito di riferimento internazionale per testare e sviluppare tecniche innovative di monitoraggio.


Per la valorizzazione e la promozione del sito e per il miglioramento dei contenuti tecnologici del progetto, un field trip, indirizzato a Geologi, Ingegneri, Geometri, Architetti e a tutte le persone che operano nel campo dei rilievi e del monitoraggio, è stato organizzato lo scorso 8 giugno 2015, 10 produttori e fornitori internazionali di apparecchiature di monitoraggio hanno svolto dimostrazioni pratiche e hanno risposto alle domande dei 115 partecipanti provenienti da 9 differenti paesi nell'ambito di una "Fiera sul campo" unica a livello internazionale.


Dopo il grande successo dell’evento, è in fase di organizzazione la seconda edizione del field trip che si terrà il 10 giugno 2016 (nuovamente collegato all’International Course on Geotechnical and Structural Monitoring


Esperti nazionali e internazionali saranno a disposizione per mostrare sia i protocolli di intervento sia le procedure per l'installazione di dispositivi e dati di acquisizione, da "contatto" e "da remoto".